Antigone a Palazzo

Spettacolo teatrale venerdì 10 e  sabato 11 agosto presso il Museo “Principe Romanazzi Carducci” di Putignano. In contemporanea l’esposizione “Le città invisibili”-

Nella suggestiva cornice del Palazzo-Museo “Principe Guglielmo Romanazzi Carducci di Santo Mauro” di Putignano andrà in scena lo spettacolo teatrale “Antigone a Palazzo” ispirato alla tragedia sofoclea “Antigone”. La messa in scena, a cura di “Teatro Origine” e della “Compagnie Lalage”, è patrocinata dal Comune di Putignano: il testo, adattato e diretto dalla putignanese Elisabetta Sbiroli, vedrà nel ruolo di interpreti Antonio Lanera, la stessa Elisabetta Sbiroli, Francesca Zanini e Valentina Foglianisi; la performance si avvarrà delle musiche di Walter Di Serio e della collaborazione alle luci di Daniel Granger.

SINOSSI SPETTACOLO
Nel conflitto fra le città di Argo e Tebe, due fratelli sono schierati in campo opposto e cadono sul campo di battaglia. Il re di Tebe, Creonte, onora colui che si è battuto in favore della città come un eroe, mentre accusa l’altro di tradimento e lascia il suo corpo insepolto a titolo d’esempio. La giovane Antigone si ribella a quest’ordine che ritiene ingiusto e prega la sorella Ismene di aiutarla a seppellire il corpo del fratello. Ismene, temendo il castigo del re, si rifiuta. Antigone porta a termine da sola la sua missione. Colta sul fatto, viene arrestata e processata. Nonostante la minacciosa profezia dell’indovino Tiresia, il tiranno Creonte non tollera che la legge da lui promulgata sia messa in discussione e condanna la fanciulla a morte. Creonte si renderà conto troppo tardi del terribile errore commesso.

NOTE DI REGIA
Nella tragedia di Sofocle, la figura di Antigone disegna lo scarto possibile rispetto a un cammino già tracciato. Atto che ripropone l’attualità di una scelta etica. Nel corso del tempo, il personaggio di Antigone è diventato un simbolo di resistenza al potere e come tale esaltato o condannato a seconda della sensibilità dell’epoca. La solitudine di Antigone, “straniera alle case dei morti, esclusa dalla cerchia dei viventi”, ci suggerisce una rivisitazione contemporanea del mito per parlare di un’altra tragedia, quella che i migranti vivono nel nostro tempo.

Antigone è rappresentata da una marionetta a taglia umana che focalizza con la sua inquietante somiglianza uno spazio poetico del corpo. Un’Antigone nera si oppone a un re reso cieco dal furore, di fronte a una comunità intera che si interroga sui valori di giustizia, di dignità umana, di rispetto. Antigone agisce in nome d’una legge non scritta, una legge del cuore. In quali situazioni questo tipo di scelta si ripropone? Hannah Arendt si poneva la stessa domanda, parlando della difesa di un criminale nazista che giustificava il suo operato come conforme alle leggi vigenti. Là dove i pianificatori del nostro futuro tracciano linee di demarcazione e muri che separano il centro dalle periferie, Antigone continua a inciampare sul bordo, seguendo il volo degli uccelli.

Orario spettacoli: 19.00 – 21.00

Biglietto: € 10,00 (comprensivi della visita al museo “Romanazzi Carducci”)

Prevendita: Libreria Simone (Corso Umberto I) – COOPERA (Corso Garibaldi)

Info e prenotazioni: 331/4647664 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In contemporanea allo spettacolo, nei locali del Palazzo Romanazzi Carducci, sarà allestita l’esposizione “Le città invisibili” (a partire dall’8 agosto e fino al 30 settembre) con 55 illustrazioni per il celebre capolavoro di Italo Calvino, realizzate da Elisabetta Sbiroli.

ELISABETTA SBIROLI – Breve curriculum
Elisabetta Sbiroli si forma come attrice con Orazio Costa e prosegue gli studi alla Civica Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, dove si diploma in regia teatrale. Negli anni 90 si trasferisce in Francia e fonda la Compagnia Lalage, che dirige per più di vent’anni mettendo in scena soprattutto testi di autori contemporanei. L’incontro con il maestro Hoishi Okamoto determina una svolta nel suo percorso teatrale: nell’arte della marionetta trova lo strumento espressivo che concilia il suo amore per la danza e la scultura. La presenza di marionette a taglia umana diventa una cifra costante dei suoi spettacoli, che investono oggi anche lo spazio urbano (immagini sul sito compagnie.lalage.free.fr).

e-max.it: your social media marketing partner

Canale Video

Appuntamenti in Calendario

Ottobre 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Please publish modules in offcanvas position.